The Bad Batch 1×10 – Recensione e Guida all’episodio “Terreno Comune”

Esce oggi il decimo episodio della nuova serie animata sequel di The Clone Wars

Arrivati al decimo episodio di The Bad Batch, la nuova serie tv animata di Star Wars entra nel vivo ma posso dire che questo episodio fa un passo indietro rispetto agli ultimi due episodi visti, ritornando ad uno schema narrativo già visto: quello di The Mandalorian. Omega è tornata con la squadra e pronti per una nuova missione, ma in realtà si rimettono al servizio di Cid, quasi come se fosse un rallentamento della trama principale.

Ad essere sincero pensavo che fossimo entrati nel climax di stagione e invece ci ritroviamo con un episodio di passaggio. Oltre a questo, l’episodio però offre spunti interessanti, poichè la squadra aiuterà un suo nemico storico e ci riporta un po’ alle atmosfere della trilogia prequel. L’Impero ha unito vecchi nemici e per sopravvivere bisogna seppellire l’ascia di guerra. La puntata però non si chiude con un finale ad effetto, disorientando parecchio su dove si dirige questa serie. Non viene portata avanti la linea orizzontale ma si concentra ancora sulla relazione tra Hunter ed Omega, approfondendola e rendendola il centro emotivo del racconto.

Siamo sinceri: arrivati a questo punto della storia, una puntata di “riposo” non serviva ma mi auguro che sia il preludio per un gran finale.

E ora… SPOILER!

La Clone Force ha ancora un debito in sospeso con Cid e per ripianarli, in parte, accettano una missione delicata: salvare un senatore separatista che non ha voluto sottostare all’Impero. Ci troviamo sul pianeta Raxus, ex capitale della Confederazione dei Sistemi Indipendenti che ha subito l’occupazione militare e dove il senatore è stato fatto prigioniero. La squadra quindi parte senza Omega, visto il livello alto di pericolosità.

Questo è l’inizio della puntata e della missione con uno schema di trama abusato fin troppo in questa serie, con una prevedibilità assurda. L’unico elemento interessante è vedere dei cloni aiutare un separatista, due nemici per tanti anni che ora collaborano grazie all’Impero. Nel frattempo Omega pensa a ripianare il debito con Cid vista la sua grande abilità nel dejarik, il gioco visto sul Millennium Falcon, giocando alcune partite e facendo scommesse, vincendo e guadagnando abbastanza da liberare la squadra. Arrivati a questo punto spero che dalla prossima puntata la squadra potrà agire di più in libertà, ore che adesso non hanno nessun vincolo. Resta comunque una puntata deludente.

Nonostante la puntata, non sono mancanti i riferimenti all’interno della puntata. Ad inizio episodio ci troviamo sul pianeta Raxus Secundus che durante le Guerre dei Cloni fu capitale della Confederazione dei Sistemi Indipendenti, notando anche la piazza della capitale. Sia il pianeta che la capitale sono già comparsi in alcune opere di Star Wars come la serie tv The Clone Wars e il romanzo “L’Apprendista del Lato Oscuro”. Il senatore Bragg viene arrestato mentre in piazza giungono gli AT-TE e il droide del senatore, GS-8, riesce a scappare e chiedere aiuto.

Le ambientazione e le strade di Raxulon ricordano molto Theed, capitale di Naboo e durante la prigionia ritroviamo un’unità inquisitore IT-o, l’iconico droide visto in Episodio IV, capendo quindi che l’Impero adopererà sin da subito le sue armi più terribili.

 

Altre storie
[RUMOR] Lucasfilm starebbe lavorando ad una serie tv su Mace Windu con Samuel L. Jackson?