Star Wars: Natalie Portman impose a George Lucas di rendere Padmé più incisiva nella saga

La rivelazione è stata data da Paul Duncan

Con il volume The Star Wars Archivers 1999-2005 dedicato alla trilogia prequel possiamo conoscere molti dettagli non ancora rivelati sulla trilogia che ha raccontato la storia di Anakin Skywalker. Nel libro si parla anche del personaggio di Natalie Portman, Padmé Amidala, spiegando che il suo lavoro non fu solo una semplice interpretazione ma l’attrice spinse il suo personaggio verso un livello diverso rispetto alla visione di Lucas.

A quanto se abbiamo una Padmé incisiva e presente e incisiva è proprio grazie all’attrice, spiegando che nel corso della produzione di Episodio II chiese espressamente a Lucas di includere Padmé in molte scene d’azione. L’attrice non voleva che fosse una semplice “principessa da salvare” ed esattamente come fece Carrie Fisher precedentemente, impose un ruolo attivo, aggressivo e deciso.

 

 

Altre storie
Old Republic
Star Wars: Weiss e Benioff potrebbero scrivere solo uno dei tre film della loro trilogia