Jedi Path: guida ai ranghi nell’Ordine dei Jedi e alle loro caratteristiche

Grazie alla trilogia prequel ed alcuni libri abbiamo potuto apprendere più informazioni in merito

Nella trilogia originale di Star Wars, viene accennata l’esistenza dei Jedi, pur non esplorandone l’esistenza ma sapendo soltanto che erano un ordine che poi venne distrutto. E’ stato grazie alla trilogia prequel che abbiamo potuto conoscere qualche aspetto in più con l’Ordine, oltre a vari approfondimenti tra fumetti e romanzi. Di recente però è stata fatta ancora più chiarezza in merito su tutti i ranghi che lo compongono, sei in totale, questo grazie a Star Wars Book, il libro canonico del franchise.

Ecco i sei ranghi del Jedi Path:

  • Iniziato
  • Youngling
  • Padawan
  • Cavaliere
  • Maestro
  • Gran Maestro

Cominciamo dai più piccoli, iniziati e younglings, ruoli dove c’è sempre stata un po’ di confusione. Sono simili di base ma sono differenziate dal fatto che l’iniziato è un bambino che è sensibile alla Forza di due o tre anni, prelevato per poi essere addestrato. Una volta che si è al tempio, i bambini vengono smistati in base al loro potenziale e da qui vanno a formare dei clan (classi di circa 10 bambini) e da qui poi prendono il nome di younglings. Ogni clan ha un proprio nome, ad esempio quello che vediamo in Episodio II si chiama “Bear Clan”, mentre altri clan vengono descritti attraverso The Clone Wars e in Dooku: Jedi Lost.  Una volta che i membri di un clan raggiungono una certa età e un’adeguata preparazione, vengono portati su Ilum e affrontano “la Messe”, una prova tramite la quale acquisiscono il loro cristallo kyber e costruiscono la propria spada laser, un percorso che vediamo inoltre nella quinta stagione di The Clone Wars.

Superata la Messe, ogni membro dell’Ordine comincia il cammino da padawan venendo affiancato ad un Maestro o Cavaliere Jedi, spiegando appunto come ha fatto Anakin Skywalker ad avere una padawan anche se non è un maestro. Un padawan diventa poi Cavaliere superando le prove Jedi, spiegata nel primo numero della serie a fumetti “Alta Repubblica” e accennata in Episodio I. Superate queste prove si ottiene l’investitura ma si può diventare Cavaliere anche senza queste prove, basta aver affrontato esperienze difficili come è accaduto ad Obi-Wan Kenobi.

I Cavalieri che hanno addestrato con successo un padawan, che diventa a sua volta Cavaliere, vengono considerati Maestri ed è importante che solo chi si è dimostrato degno di insegnare agli altri continua su questa fase. C’è quindi il sesto e ultimo rango, il Gran Maestro Jedi, che viene rilasciato al più saggio di tutti, un titolo che nella trilogia prequel aveva Yoda.

 

 

 

 

Altre storie
Star Wars: il romanzo Master and Apprentice rivela le parole esatte della Profezia del Prescelto