The Mandalorian: l’opposizione tra il bene e il male sarà meno netto rispetto agli altri prodotti Star Wars

A rivelarlo è l'attore protagonista della serie che parla di alcuni dettagli sulla seriie

I personaggi saranno molto più complessi.

Mancano ormai pochi giorni all’uscita di The Mandalorian su Disney+ e ci si chiede sempre di più che tipo di serie vedremo oltre a quello visto nel trailer. In una recente intervista l’attore protagonista, Pedro Pascal, ha dichiarato che la serie mostrerà i Mandaloriani come personaggi più complessi e  meno piatti, rispetto a quanto visto con Boba Fett:

“Separano bene e male così perfettamente nel mondo di Star Wars. In questo show è come se fossimo molto più al centro. Siamo oltre quei confini e oltre quelle linee di definizione molto lineari e nette.”

Sappiamo che la serie parlerà di un pistolero solitario, che opera dopo la caduta dell’Impero e secondo Pascal, la serie potrebbe avere qualche ambiguità influenzata dai vari eventi. Jon Favreau però ha assicurato di aver lavorato a contatto con Lucas sull’importanza di raccontare queste storie di bene contro il male:

“Abbiamo avuto una lunga conversazione. Una cosa che mi ha detto è stata:” Ricorda, Jon, il vero pubblico di tutte le storie e tutti i miti sono i bambini che stanno diventando maggiorenni. Ci piacciono le storie da adulti, ma in realtà la narrazione riguarda l’immissione della saggezza delle generazioni precedenti sui bambini che stanno diventando adulti e dando loro un contesto su come comportarsi e su come imparare le lezioni di il passato senza fare gli errori da soli. Questa è la speranza, che tu possa insegnare loro come evitare tutte le difficoltà ma raccogliere tutta la saggezza.”

Altre storie
The Mandalorian: ecco quanto è costata la serie la prima serie live action di Star Wars