Star Wars: L’ascesa di Skywalker, J.J. Abrams ha cambiato approccio al montaggio rispetto Episodio VII

Il regista ha adottato una maniera differente di lavorare per l'ultimo capitolo

La rivelazione arriva dalla montatrice dell’ultimo film della saga Skywalker.

In una recente intervista la montatrice di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, Carsey-Wolf Center, ha rivelato che J.J. Abrams ha cambiato approccio al montaggio del film rispetto a Il Risveglio della Forza:

“Quando abbiamo fatto The Force Awakens abbiamo cominciato le riprese a maggio per poi finire a ottobre e saremmo usciti il Natale successivo. Per questo abbiamo iniziato ad agosto e non abbiamo terminato prima di febbraio, quindi abbiamo quattro mesi in meno per quello che è un film davvero grande. Per questo ho convinto J.J. a farmi cominciare il montaggio direttamente sul set. Lui all’inizio era restio “No, non lo facciamo mai”. Ma poi sono riuscita a convincerlo. E sono stata sul set tutto il tempo. Lui si era talmente abituato alla cosa che mi diceva “Non devi stare a più di tre metri di distanza da me!”. Per cui se la macchina da presa si spostava di tre metri, io mi spostavo di tre metri. Ero ovunque!”

Vi ricordiamo che il film uscirà il 18 dicembre di quest’anno.

 

Altre storie
Star Wars: L'Ascesa di Skywalker
Episodio IX: Kathleen Kennedy difende il marketing e dichiara che “non hanno spoilerato nulla”